Archivia 29/08/2014

Un nuovo “genere” di turismo

Si dice spesso che l’Italia, il paese col maggior numero di patrimoni dell’Unesco, potrebbe vivere solo di turismo e che il 2014 dovrebbe essere un anno di crescita, che riporterà il PIL turistico al di sopra dei livelli del 2012.

Dal punto di vista professionale le donne in questo settore occupano il 60% dei posti di lavoro nell’ accoglienza e nella cura dell’ospite, ma svolgono solo il 33,8% nei ruoli dirigenziali.
Come turiste invece, decidono le vacanze per la famiglia, spesso viaggiano senza compagno, con amiche oppure da sole con i propri figli. Questo nuovo modo di concepire il viaggio ha fatto nascere associazioni e servizi che prima non esistevano: agenzie di viaggio specializzate, siti internet e forum.

Le donne che viaggiano mettono in evidenza mancanze, prima fra tutte l’assenza di sicurezza e di conseguenza la necessità di protezione.
A questo proposito l’India, dopo le notizie sulle frequenti aggressioni sulle donne e gli stupri, ha perso il 35% delle turiste, comportando oltretutto un danno economico notevole all’ex colonia inglese.

Il “ turismo responsabile di genere” è una importante novità, ben rappresentata dal Gender Responsible Tourism http://www.g-r-t.org/, un’associazione che ritiene che le donne abbiano un grosso potenziale da spendere in campo turistico: “Perché le donne si coniugano perfettamente con tutto ciò che riguarda il turismo. Sono creative, sensibili, costruttive. E dato che, mediamente, guadagnano meno degli uomini e, in alcuni Paesi, soffrono importanti discriminazioni, ho pensato che puntare sul turismo per dare loro un’opportunità di vita migliore sarebbe stato uno strumento concreto”, commenta la responsabile Iaia Pedemonte.

Parlare di turismo al femminile, potrebbe essere prima di tutto un’occasione per discutere su un tema dalle grandi potenzialità, in modo da rafforzare le pari opportunità e l’occupazione, e quindi lo sviluppo sociale e non solo quello economico.

Di turismo responsabile di genere se ne è cominciato a parlare già dal 2012 alla più grande fiera mondiale del turismo, la World Travel Market  http://www.wtmlondon.com/, e se ne parla anche in Italia ogni anno al Festival di It.a.cà  http://www.festivalitaca.net/, manifestazione dedicata ai viaggi e al tempo libero di migranti e viaggiatori, da cui abbiamo tratto l’immagine che appare in questo articolo.

Expo e le donne, due concorsi dedicati al mondo femminile in vista di Expo 2015

WEWomen for EXPO è un progetto di Expo Milano 2015  in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e la Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori. 

E’ UN NETWORK CHE INTENDE RAGGIUNGERE E COINVOLGERE IL MAGGIOR NUMERO POSSIBILE DI DONNE DI TUTTI I PAESI a favore del loro ruolo nella vita quotidiana e professionale, vista come motore di crescita e di cambiamento in tutto il mondo.

WEWomen for EXPO propone due concorsi volti a valorizzare il mondo delle start up al femminile:

WE-Progetti delle Donne, un concorso teso a valorizzare il talento femminile e a sostenere l’iniziativa, l’intraprendenza, la creatività e l’imprenditorialità delle donne tramite la promozione e la premiazione di progetti di start up di imprese femminili.
WE-Progetti per le Donne, un concorso volto a dare visibilità e riconoscimento ai progetti che abbiano delle ricadute significative sul miglioramento della qualità della vita della donna.

 WEWomen for EXPO si sviluppa attraverso quattro progetti:

La Tavola del mondo: consiste in un collegamento via tv e via web che riunirà attorno un tavolo, il primo maggio 2015, giorno dell’inaugurazione di Expo, le rappresentanti di WEWomen for EXPO provenienti da ogni parte del mondoartiste, scienziate, esponenti della società civile, rappresentanti di ONG e associazioni.

Il Romanzo del mondo: una grande narrazione mondiale, fatta di racconti brevi, di memorie, di emozioni profonde legate al cibo.

Global Creative Thinking:  un gruppo di creative internazionali sarà chiamato a realizzare la prima installazione multimediale e multisensoriale ispirata al nutrimento, che al termine dell’evento verrà donata alla città di Milano.

Concorsi per imprenditrici:  una sezione speciale sarà dedicata alle capacità imprenditoriali femminili.

 I concorsi terminano il 31 Ottobre 2014. Per partecipare è necessario registrarsi e inviare la propria candidatura al sito.
 
 
 
 

AMICI PER LA PELLE: open camp di inclusione sociale

Tutto è pronto per “Amici per la pelle”, l’open camp che prenderà il via il prossimo primo settembre presso l’Enjoy Sport di via Buonarroti.
Una settimana tutta da vivere per trenta ragazzi, nella fascia compresa tra i cinque e i dodici anni: una decina con disabilità e altri venti con il desiderio di vivere un’esperienza speciale di amicizia con i loro coetanei.
C’è ancora qualche posto disponibile: per maggiori informazioni e per l’iscrizione basta telefonare al n. 02.9278.243.

L’iniziativa nasce nell’ambito del progetto “Nessuno escluso: nuove prospettive per l’inclusione sociale della disabilità”, partito nel settembre 2013.

L’attività di interazione tra il Comune di Cernusco sul Naviglio, ANFFAS Martesana, Caritas Cernusco ed Enjoy Sport insieme con i familiari dei ragazzi con disabilità ha individuato quale bisogno principale la creazione di attività di tempo libero durante il quale i ragazzi potessero sperimentare attività di inclusione sociale.
Durante le giornate i ragazzi saranno coinvolti in iniziative di laboratorio, piscina, giochi e visite sul territorio.

Per la realizzazione di “Amici per la pelle”, Enjoy Care
– a cui è stata affidata la gestione dell’iniziativa, data la comprovata esperienza nell’organizzazione dei campi estivi –
è affiancata da Enjoy, ANFFAS onlus Martesana, Caritas Cernusco, Cooperativa Sociale “Il Sorriso” di Pessano, Associazione TaekWondo, Banca del Tempo, Cooperativa Il Melograno e Legge 23

che si faranno carico della progettazione, organizzazione e logistica, dei volontari per l’intrattenimento dei ragazzi nonché della copertura dei costi degli educatori dei ragazzi con disabilità e della sponsorizzazione dell’attività artistica realizzata durante l’open camp.

Gli auguri di buon lavoro della Assessora Rita Zecchini alle due nuove dirigenti scolastiche

A pochi giorni dal loro insediamento e dall’ incontro con le due interessate che si è svolto a Villa Greppi nei giorni scorsi, l’Assessora all’Educazione Rita Zecchini vuole pubblicamente fare i migliori auguri di buon lavoro ad Annalisa Silvestri e Silvia Maniscalchi, rispettivamente, nuovi dirigenti scolastici dell’Istituto Comprensivo di piazza Unità d’Italia e dell’Istituto Comprensivo di via Don Milani.

“Nel corso dell’incontro che ho avuto con loro la scorsa settimana – ha dichiarato l’Assessore – ho illustrato i progetti che in questi anni abbiamo messo in campo con le scuole come il Patto per Scuola e le linee guida che sottendono il Piano per il Diritto allo Studio ed ho sottolineato l’importanza di proseguire una collaborazione proficua e sinergica tra scuola e Comune sviluppando progetti condivisi per il bene di tutta la comunità. Ho trovato le due dirigenti – ha proseguito – molto disponibili a collaborare e a prendere in considerazioni le proposte che arriveranno dal Comune e, ovviamente, il Comune farà lo stesso con quelle che arriveranno dalle scuole.
Colgo l’occasione per ringraziare anche i reggenti che li hanno preceduti, Rocco Caffarelli e Angela Chiarella, con cui abbiamo collaborato positivamente in questi due anni soprattutto nell’elaborazione condivisa dei nuovi criteri di iscrizione alle scuole dell’infanzia, alle primarie ed alle medie la cui applicazione ha portato ad eliminare tutta una serie di problematiche e conflittualità e messo tutti nella condizione di gestire al meglio eventuali spostamenti e liste d’attesa.
Altrettanto importante e delicata è stata la costituzione dei due Istituti Comprensivi avvenuta nel presente anno scolastico: anche in questo caso abbiamo potuto contare sulla professionalità e totale presa in carico da parte dei due dirigenti reggenti.
Con i nuovi dirigenti – ha concluso l’Assessore – definiremo, alla fine di agosto, le questioni aperte che riguardano le scuole di Cernusco e che saranno discusse in incontri periodici che si svolgeranno nel corso dell’anno scolastico tra scuole e Comune. Il primo di questi incontri si svolgerà già a settembre e vedrà anche la partecipazione dell’Assessore al Bilancio e ai Lavori Pubblici Maurizio Rosci proprio per parlare di edilizia scolastica e delle procedure più idonee ed efficaci per dare tutte le risposte necessarie al buon funzionamento delle strutture scolastiche.
Oltre a ciò – ha concluso l’Assessora Zecchini – sto pensando alla possibilità di avviare anche percorsi fortemente innovativi che spero di condividere con i dirigenti ed i rispettivi Collegi Docenti”.